giovedì 30 luglio 2015

Cera depilatoria Acorelle naturale ed ecobio

Con un pò di ritardo vi pubblico questo post su un prodotto che potrebbe interessare soprattutto a chi utilizza prodotti ecobio.
Si tratta di una cera depilatoria a base di zucchero di canna.



Ovviamente non c'è periodo migliore dell'estate per parlare di depilazione e noi donne, ma anche alcuni uomini,  sappiamo quanto sia difficile trovare un prodotto che ci soddisfi, a volte presi dalla fretta o dalla pigrizia usiamo metodi un pò sbrigativi ma poco raccomandabili, in quanto otteniamo un risultato immediato ma poco duraturo.
Infatti per esperienza posso dire che usare la cera è l'unico modo per ottenere buoni risultati e anche qualche giorno in più senza il problema dei peli superflui.
L'utilizzo di questa cera non è differente da quello delle altre cere a freddo,  nelle istruzioni viene indicata la possibilità di scaldarla nel microonde,  io preferisco il metodo tradizionale,  cioè a bagnomaria.
Nella confezione sono comprese la spatola per stenderla e dodici strisce per asportarla (di cui vi parlerò in seguito).
Io solitamente faccio prima uno scrub per preparare la pelle e consentire ai peli di fuoriuscire meglio
Per controllare che  abbia raggiunto la giusta consistenza,  uso la spatolina di legno con cui la stendero', quando diventa simile al miele, è il momento di spegnere il fuoco.


L'applicazione va fatta, come per tutte le cere, seguendo il verso del pelo, poi tenendo la pelle un pò tesa, va stesa la striscia,  facendola aderire bene nel verso del pelo, per poi strappare contropelo.
La cosa che la differenzia dalle altre è che essendo fatta di zucchero i residui possono essere sciacquati via semplicemente con l'acqua.
Un'altra cosa piuttosto unica nel suo genere è che le strisce che ci sono nella confezione possono essere riutilizzate perché sciacquando i residui con l'acqua e mettendole ad asciugare tornano come nuove perché fatte di cotone.
Io personalmente ho utilizzato anche delle strisce "normali" , perché mi sembravano un pò poche quelle nella confezione e devo dire che hanno aderito perfettamente,  ovviamente poi le ho buttate via.
Io l'ho comprata in una bioprofumeria,  ma è venduta su alcuni siti online che trattano prodotti ecobio e forse anche in alcuni Naturasi.
Il costo si aggira intorno ai 12 euro.
Io mi ci sono trovata bene, mi è sembrata anche piuttosto delicata nello strappo, ovviamente, ognuno è un caso a sé ed ho trovato anche recensioni negative su questo prodotto.
A questo punto non posso che aspettare le vostre opinioni,  sia che l'abbiate provata, sia se pensate di farlo, ditemi la vostra.


lunedì 27 luglio 2015

Eyeliner gel Mac blacktrack

Oggi vi parlo di un eyeliner che mi era stato consigliato da diverse persone e da cui mi aspettavo molto.
Devo dire che uso l'el'eyeliner in gel da diverso tempo e mi ci è voluta un pochino di pratica per abituarmi ad usarlo,  adesso lo trovo il migliore perché può essere modulato a piacere.
Prima di questo utilizzavo l'eyeliner in gel di Essence,  che purtroppo,  non viene più prodotto.
Come vi ho già detto in altri post e come molte sapranno,  i prodotti Mac non sono da considerarsi economici,  ma hanno una qualità professionale, tanto da renderli prodotti ideali per i make up artist.


Questo eyeliner,purtroppo,  non ha soddisfatto appieno le mie esigenze: è nero, ma non intenso quanto ha fa me lo aspettavo, resiste tutto il giorno,  ma ha un difetto che me lo ha fatto detestare; ovvero, basta spingere un minimo con un pennellino e lui sparisce.
Mi spiego meglio.  Quando ho tempo di truccarmi senza fretta,  metto il primer occhi kiko, poi l ' ombretto ed in seguito l'eyeliner,  ma siccome sono spesso con i minuti contati,  mi capita, dopo il primer di mettere solo l'eyeliner ed uscire di casa, per poi completare il make up in treno,  e ho notato che se mettendo l'ombretto urto un pochino la riga di eyeliner,  questa sparisce e devo quindi rifarla di nuovo.
Posso dire, in conclusione, che non lo boccio completamente ma per essere un prodotto pagato 18/19 euro potrebbe essere formulato un pò meglio e sono contenta sia quasi finito, così terrò il contenitore per il back to mac.

So che tante ragazze lo usano e si trovano bene, aspetto quindi le vostre opinioni.

giovedì 23 luglio 2015

Cosa sta succedendo a blogger e youtuber... tra collaborazioni...Dipre'...prodotti rivenduti. .

Questo post sarà  qualcosa di totalmente diverso dal solito,  non farò una recensione,  né vi darò dei consigli, sono stata piuttosto indecisa sullo scriverlo o meno, poi mi sono ricordata che un blog viene definito un diaro virtuale e come tale oggi lo utilizzerò per scrivervi in modo un pò polemico quello che penso.
Negli ultimi tempi sia su YouTube che tra i vari blog beauty che seguo sto notando dei cambiamenti o comunque delle cose che non mi piacciono.
Va detto che nel giro di pochi anni le cose sono cambiate molto per quanto riguarda il mondo della cosmesi e del make up, le aziende hanno cominciato ad avere un approccio diverso verso blogger o youtuber e spesso le prendono in considerazione per far provare i loro prodotti e riceverne un parere, purtroppo c'è chi di questa fiducia si è approfittato facendo passare anche le persone oneste per delle scroccone.
Si, perché una parola che si sente pronunciare sempre di più  negli ultimi tempi è "big money", "soldoni" ed è ovvio che tutti vorremmo guadagnare di più,  così si creano delle strategie per farlo, questo avviene in particolare su YouTube, dove una volta raggiunto un certo numero di iscritti al proprio canale si ottiene una collaborazione  retribuita e si guadagna in proporzione alle visualizzazioni.
Parto con la cosa che è stata quella che mi ha fatto arrabbiare maggiormente, perché trovare un proprio modo di guadagnare sul web mi va anche bene, ma non fatto prendendo in giro le persone che ci seguono,  le aziende,  e le altre blogger o youtuber.
Purtroppo solo pochi giorni fa si viene a sapere di questa ragazza, discretamente conosciuta, che dopo aver ricevuto dei cosmetici da testare, li mette in vendita su una pagina facebook apposita, una volta scoperta e segnalata all'azienda,  scrive le sue scuse all'azienda pubblicandole su facebook. Probabilmente non ripeterà l'errore,  ma io ritengo che comunque le scuse andavano fatte anche a chi quando parla di un prodotto,  che sia stato comprato da lei o le sia stato invitato da un'azienda, lo fa in maniera onesta e grazie a questo tipo di comportamento può essere considerata una scroccona. È già piuttosto difficile essere prese in considerazione ed ottenere fiducia da parte di un'azienda che perderla in questo modo mi ha dato immensamente fastidio.

Andando oltre, ci sono altre cose non carine che sto vedendo in giro, in particolare su YouTube.
Una youtuber che ultimamente ho seguito abbastanza assiduamente mi sta facendo dubitare di ciò che dice, è passata dall'avere un canale in cui parlava della sua passione per il make-up, al parlare della sua vita personale,  dei suoi problemi di peso e delle difficoltà riscontrate nel trasferirsi al nord, ecc..
Un video che mi ha davvero colpita e fatta piuttosto incavolare è quello in cui per parecchi minuti.. si lamenta del prezzo di un'insalata,  comincia  uno sproloquio totalmente inutile sul paragone dei prezzi da nord a sud in un continuo lamentarsi del nord, io stessa dal sud mi sono trasferita al nord,  come tanti,  e si sa che ci sono tante cose differenti,  ma è come fare il paragone lira/euro... una lamentela inutile... oltretutto lei stessa fa poi un video di lamentela verso un'altra youtuber... e qui ha delle valide ragioni.
 La youtuber in questione scrive anche un blog e in un post dal titolo sensazionale si ripromette di rivelare ben 10 cibi che farebbero ingrassare e di cui non si sospetta... finendo con il rivelarsi una cialtrona nel momento in cui scrive di evitare burro, cibi fritti.. nutella.. cibo da fast food... ecc..
insomma consigli dati alla.. carlona...

Oltre alle varie youtuber che postano foto in cui pubblicizzano prodotti cercando per farle passare per foto scattate in momenti di relax. .. una mi ha colpito dopo aver scoperto cose che riguardano la sua vita personale/professionale... dico solo che la stessa che continua ad elargire consigli sul bon ton... nella vita predica bene ma razzola male.. miss "grandi successi"
Tra i vari personaggi del tubo che hanno fatto parlare di se c'è anche chi mi sta simpatico.
Una youtuber che apprezzo particolarmente per la sincerità che la contraddistingue,  è la diva del tubo.. un personaggio ben studiato il suo.. e devo dire che io ho apprezzato anche la sua idea di fare video con  Andrea Dipre'.. piccola regressione... chi è Dipre' ?
In verità ho saputo chi fosse non molto prima di vederlo nei video della diva e diciamo che quello che fa lui solitamente non mi importa ma la diva che lo sfrutta per ottenere visualizzazioni e di conseguenza guadagni è geniale.
Si, insomma lei è riuscita a sfruttare l'immagine ed il nome di uno che è solito abituato a sfruttare le persone, ribaltandone l'immagine e facendolo apparire per quello che probabilmente è...
Spero di non avervi annoiati, e mi scuso per la pesantezza ddl post, ma sentivo la necessità di scriverlo..
Forse avrete notato che ho evitato di nominare chi non mi è piaciuta... ma ho lasciato degli indizi.. mentre nomino chi mi piace ;-)
Aspetto i vostri commenti.

mercoledì 8 luglio 2015

Shampoo Aveda shampoo rosemary mint

Questo post credo che lo scriverò alla velocità della luce,  spinta dall'entusiasmo del momento.
Si, perché è sempre bello trovare un prodotto che ci piace e che desideriamo consigliare anche ad altri.

Parto subito col dire che trovo lo shampoo Aveda rosemary e mint adatto  sia per gli uomini che per le donne,  ed è per me una grande soddisfazione poter consigliare qualcosa anche agli uomini che so che mi seguono.




Ho utilizzato questo shampoo per diverso tempo,  poi l 'ho sostituito con altri, sono andata a riprenderlo nelle ultime settimane e portato al termine, certo era una minitaglia, ma ne basta davvero poco.

Lava molto bene e questo è un aspetto fondamentale per questo tipo di prodotto,  ha in più anche una funzione rinfrescante dovuta alla presenza della menta tra gli ingredienti.

Il marchio Aveda è famoso per l'utilizzo di tante sostanze naturali,  ma per quanto ne so, non è un marchio ecobio.
Per quanto riguarda la reperibilità vi consiglio di cercare sul seb il salone Aveda più vicino a voi, in alternativa potete comprare on line, lo straconsiglio in questo periodo di grande caldo e di bisogno di uno shampoo che funzioni davvero.

Vi avverto, i prodotti Aveda non sono dei più economici, credo che questa  mini size, praticamente una versione da viaggio costi intorno ai 7 euro.
Però se lo provate, o lo conoscete già,  fatemi sapere la vostra opinione. 

Maternatura crema viso lenitiva alla peonia

Bentornati o ben arrivati nel mio blog, vi scrivo questo articolo con molto piacere perché so che non sono l'unica ad aver apprezzato q...