venerdì 29 aprile 2016

I termoprotettori per capelli non esistono

Eccomi tornata con un piccolo post polemico, anche se, lo scopo principale per cui lo scrivo è puramente informativo in quanto non mi sembra possibile che nel 2016 ci sia ancora tanta disinformazione.
Prima che qualcuna commenti dopo aver letto solo il titolo del post, vi specifico cosa intendo dire con le parole "non esistono i termoprotettori per capelli", infatti, mi è già capitato di parlare con persone che dicevano "si che esistono, li fa il marchio tal de tali...", certo pur di vendere vi dicono che esiste qualsiasi cosa ma quei prodotti non servono assolutamente per lo scopo che dicono di avere.
Non proteggono i vostri capelli prima di passare piastra o ferro per boccoli.
Se partiamo dal principio che prima di passare piastra o ferro i capelli devono essere asciutti, capirete che un prodotto che comunque li bagna non può di certo proteggerli.
Inoltre solitamente in questi prodotti, perlopiù spray, sono contenute grandi quantità di alcool che di certo non fa del bene ai capelli.
Mi spiace che ci sia ancora chi crede alle pubblicità o a ciò che viene scritto sulle etichette dei prodotti,  sarebbe bene che imparassimo ( e mi ci metto anch'io, perché non ho di certo la scienza infusa) ad approfondire la conoscenza delle cose per farne un uso più consapevole.
Ovviamente poi ognuno è libero di utilizzare ciò che crede, ma sapere ciò che facciamo sarebbe già un grande passo avanti...
almeno credo.. voi la pensate come me o preferite affidarvi a prodotti magari molto pubblicizzati, senza approfondire? 

giovedì 21 aprile 2016

Come nasce un articolo di una blogger

A volte mi chiedo come la scrivo questa recensione?  Come posso parlare di questo prodotto senza essere banale.. come faccio a far arrivare a chi legge la sensazione che può dare?
Devo descrivere.. profumi.. consistenze.. i risultati che mi dà un prodotto basandomi su me stessa ma riuscendo ad essere abbastanza chiara per farmi capire
A volte non me lo chiedo e un post nasce in maniera molto spontanea.. non esistono schemi da seguire.. né corsi per diventare blogger..
Hai davanti a te uno schermo bianco che rappresenta una pagina e la puoi riempire con i tuoi pensieri... cerchi di rendere visibili anche i profumi.. cerchi di far sentire consistenze con l'ausilio delle parole.. delle foto.. ed intanto il tuo articolo prende forma..
Ci sono giorni in cui hai talmente tanti prodotti di cui vorresti parlare che non sai da quale cominciare... ce ne sono altri in cui la stanchezza vince  e rimandi.. e intanto i post da scrivere come i prodotti da finire.. (o da cominciare) si accumulano...
Però se continui a fare le cose con la voglia di farle perché spinta da una tua passione senza ansia da prestazione.. pian piano i risultati arrivano.
Almeno questo è il mio pensiero.. mi farebbe piacere sapere sela pensate come me o ritenete che ci siano tempi da rispettare... se secondo voi è più importante la quantità di articoli pubblicati.. o la qualità... la passione con cui vengono scritti...


domenica 17 aprile 2016

Cosmoprof 2016: la mia esperienza, una delusione.. tante cose belle

Buongiorno,  ci ho messo un pochino di tempo a scrivere questo articolo perché lo volevo fare nel migliore dei modi e dopo vari tentativi ho capito che preferisco suddividere il post in due parti, o meglio, in due articoli separati.
Vi parlerò innanzitutto di quella che è stata la mi esperienza quest'anno.
Non è stata la mia prima volta al Cosmoprof,  ma la mia prima volta da blogger accreditata si. Posso dire che è stato con immenso stupore che ho ricevuto la notizia dell'accredito. Per qualcuno potrà sembrare poco, ma ricevere il pass stampa mi ha fatta molto felice,  non solo per il fatto di poter entrare gratuitamente in fiera ma anche perché quest'anno mi era stato detto che ricevere il pass sarebbe stato più difficile rispetto agli altri anni perché stavolta erano le aziende presenti in fiera a decidere a chi rilasciarli. Questo mi ha resa orgogliosa, ma mi ha dato un senso di responsabilità in più.
Ed è per questo che spero apprezzerete i miei articoli.
Come ogni anno entrare al Cosmoprof è un pochino come trovarsi catapultati in un mondo di balocchi per adulti.. come il titolo di una vecchia canzone.. profumi e balocchi..
Chi per lavoro o semplicemente per passione ama il mondo della bellezza,  potrà capire di cosa parlo.
I padiglioni suddivisi in settori: capelli,  estetica,  unghie, sono davvero tantissimi.. da quelli dedicati ai cosmetici bio, ad aziende nazionali  a quelle internazionali..  al Cosmoprof c'è il mondo.
Devo dire che sono partita con le idee abbastanza chiare sulle cose da vedere assolutamente,  ma poi ci sono sempre delle aziende che non conosci e che riescono ad incuriosirti.
Mi ritengo molto fortunata per aver parlato perlopiù con persone molto disponibili,  ho scoperto delle aziende molto interessanti.
Vi mostrerò qualche piccolo (si fa per dire) sample che ho ricevuto da testare e di cui mi riservo di parlarvi più approfonditamente nei prossimi post.
Da un'azienda italiana deliziosa che è La Cremerie ho ricevuto una crema viso ed uno scrub corpo.


Chi è stato al Cosmoprof almeno una volta non può non averli notati, perché attirano tantissima gente con i loro prodotti naturali, profumati, ed anche belli nel packaging.


Altra azienda che ha attirato la mia attenzione è Kama, con prodotti ayurvedici.
Ho trovato il loro stand molto elegante,  i prodotti li avevo visti in vendita da Coin, ma non li ho mai provati e loro me ne hanno dato l'occasione con qualche sample.


Altro marchio da non sottovalutare Nacomi, ho già un loro prodotto e lo adoro,  si tratta del burro corpo al profumo di biscotto, vi dico solo che avevo già in programma di scriverne un post, poi inaspettatamente ho trovato il marchio in fiera e mi sono stati dati in omaggio due loro prodotti, uno scrub corpo alla ciliegia  ed un peeling viso


Poi vi mostro giusto qualche omaggio makeupposo.. il kit ricevuto allo stand Youngblood e quello di Estrosa..




Per il resto vi farò vedere le cose un pochino per volta, sia sui miei social che nei prossimi articoli qui sul blog.
Ho ovviamente fatto anche degli acquisti ed un po' per volta ve li mostrerò.. sono stata piuttosto brava e mirata.. vi farò vedere i prodotti makeup acquistati prossimamente,  qui vi mostro solo una cosa.
La spazzola Tek che desideravo da tempo, non dobbiamo sottovalutare gli accessori per capelli e vi assicuro che se avete provato le spazzole di questo marchio vi sarete resi conto della differenza che fanno sui capelli.


Sono in legno naturale,  massaggiano la cute con i loro denti delicati, non strappano i capell, vi durano una vita.. insomma aspettatevi una recensione al più presto...
Vi lascio qualche foto di quello che è il Cosmoprof a livello di evento.. di spettacolo..





Come esperienza in sintesi è stata positiva, dopo diversi anni che vado al Cosmoprof posso dire che continuo ad avere l'entusiasmo di esserci e scoprire cose nuove.
Trovo interessante poter vedere aziende che solitamente non sono reperibili con facilità,  in particolare quelle estere e mi colpisce molto il fatto che tanti sono propensi ad avere un buon approccio con le blogger.
Ovviamente ci sono sempre le eccezioni e nota dolonte di quest'anno devo dirlo, ha riguardato un atteso brand di makeup.
Qualcuna lo avrà intuito,  mi riferisco a Jeffree Star, atteso in particolar modo per le sue famose tinte labbra,  che vanno dai colori più classici a quelli più particolari e pazzi.


Delusione di questo Cosmoprof perché ovviamente c'era tanta attesa per poterle acquistare, bene arrivati allo stand si riceveva la comunicazione che la vendita sarebbe avvenuta solo il lunedì dalle 17:00 in poi.. e fin qui può  starci, molti vendono solo l'ultimo giorno... ma.. sui social si sono diffuse fin dai primi giorni foto di ragazze alle quali.. non si sa con quale principio.. una tinta è stata venduta, peraltro con modalità piuttosco losche.. che tutte paragonano ad uno scambio di droga e soldi con un pusher..
In questo modo chi ha rispettato le regole e si è presentata allo stand lunedì pomeriggio ha potuto scegliere una tinta tra i pochissimi colori rimasti.. in tutta onestà ho rinunciato ad andarci perché già in mattinata si notava che la scelta era molto ristretta.
Mi fermo perché questo articolo è fin troppo lungo.
Aspetto i vostri pareri.. ci siete state?  Esperienza positiva? Negativa?








Maternatura crema viso lenitiva alla peonia

Bentornati o ben arrivati nel mio blog, vi scrivo questo articolo con molto piacere perché so che non sono l'unica ad aver apprezzato q...